YIN Yoga

YIN Yoga

Giovedì h 18.30 - Sede di Cinisello

I legamenti, i tendini, i tessuti e le ossa vengono rigenerati dall’interno, rafforzati dalle energie che fluiranno libere grazie alle posizioni (asana) adottate e alle tecniche di respirazione a esse associate.
L’allungamento e il rilassamento della muscolatura consentono di nutrire ogni parte: il fisico sarà privato, così, delle tensioni e dai blocchi che impediscono la libera espressione vibrazionale.
Lo Yin Yoga incentra la sua attenzione sul momento Presente, assegnando un’importanza cruciale all’osservazione di Sé e all’auto-ascolto. La concentrazione viene orientata interamente sulla corretta esecuzione della postura e sull’introspettiva riscoperta delle proprie sensazioni e percezioni.


Lo stato di Meditazione indotto dalle asana consente di entrare in sintonia con ogni movimento interiore: il respiro, la mente e il cuore si muovono in sintonia.


BENEFICI

I benefici psicofisici di questo stile lo rendono una pratica ideale a tutti coloro che desiderino raggiungere uno stato di calma interiore, unitamente ad elasticità e salute fisica.
Lo Yin Yoga, per le sue qualità rigeneranti, risulta particolarmente indicato:

  • prima di coricarsi;
  • durante i cambi di stagione;
  • nei periodi particolarmente stressanti.

È praticabile anche a freddo, con i muscoli a riposo, in quanto questo stato mette in condizione di lavorare al meglio sui tessuti connettivi e agire efficacemente sulle capsule articolari.


TRE PASSAGGI

Nella pratica dello Yin Yoga si possono distinguere tre passaggi fondamentali per la corretta pratica di ogni singola posizione:  

  1. Adottare la posizione in modo graduale
    Le asana non devono essere raggiunte con lo sforzo fisico, piuttosto bisogna far sì che il corpo si schiuda e si distenda in modo spontaneo, fino all’adozione del corretto assetto.
  2. Restare immobili
    Una volta individuato il giusto equilibrio fra tensione e rilassamento, bisogna restare fermi, mettendo il corpo in condizione di adattarsi ed eventualmente aumentare il range di allungamento della posizione
  3. Mantenere l’asana per il giusto tempo
    Ogni posizione viene mantenuta dai 3 ai 5 minuti tuttavia, per i principianti, l’obiettivo inziale sono 60 secondi.